Desametasone, e il cancro alla prostata

Tumore alla Prostata: nuovi farmaci ormonali orali pre-chemioterapia

Massaggio prostatico 3gp

È intesa come risorsa per informare e assistere i medici che si occupano di pazienti affetti da tumore. Il dolore è uno dei sintomi più comuni nei pazienti e il cancro alla prostata da cancro e spesso ha un impatto negativo sullo stato funzionale e sulla qualità della vita dei pazienti. Una meta-analisi che ha esaminato i dati raccolti da 52 studi ha riscontrato che più della metà dei pazienti ha presentato dolore.

Desametasone pazienti più giovani hanno maggiori probabilità di provare dolore da e il cancro alla prostata ed episodi acuti di dolore rispetto ai più anziani. I e il cancro alla prostata affetti da tumore hanno spesso desametasone siti sede di dolore ed alla valutazione del dolore mediante NRS e il cancro alla prostata espresso un punteggio desametasone da 4 a desametasone dolore gravecon esacerbazioni. La maggior parte del dolore era di tipo somatico, continuo o intermittente.

Lo spasmo venoso viene trattato applicando una compressione calda o riducendo la velocità di infusione. Alcuni agenti chemioterapici come la vinorelbina possono causare dolore nella sede della neoplasia.

Molto spesso la mucosite severa si presenta come conseguenza della chemioterapia mieloablativa e della terapia di media intensità. Gli agenti citotossici comunemente associati alla mucosite sono la citarabina, doxorubicina, etoposide, 5-fluorouracile e metotrexato. Anche gli inibitori del fattore di crescita epidermico EGFRgli inibitori multirecettoriali della tirosin-chinasi e gli inibitori del recettore della rapamicina nei mammiferi mTOR possono causare mucositi.

Il dolore si manifesta a livello della schiena, fianchi, spalle, cosce, gambe e piedi. La pressione legata al peso, la camminata o il semplice contatto tattile esacerbano il dolore.

Gli steroidi possono ridurre la tendenza a sviluppare mialgie ed artralgie. Gli inibitori del EGFR causano dermatiti dolorose. Agenti recettoriali, come il sorafenib e sunitinib sono associati anche ad una reazione simile alla sindrome mani-piedi.

I pazienti possono provare dolore da brachiterapia e dolore da posizione, dovuto alla posizione che il paziente deve assumere e mantenere durante la seduta radiante. Sia la durata che la gravità del dolore sono correlate al rischio di sviluppare depressione.

I pazienti che superano la malattia possono incorrere in uno stato di sofferenza ed angoscia quando si rendono conto che il dolore persiste nonostante la conclusione dei trattamenti oncologici; inoltre questi pazienti, nel momento in cui dagli oncologi vengono riaffidati agli operatori di assistenza primaria, spesso vanno incontro alla perdita del supporto psicologico ricevuto dal team precedente.

Il dolore non trattato porta a richieste di eutanasia, a inutili ricoveri ospedalieri e numerosi accessi ai servizi di emergenza. Il concetto di dolore totale ha natura multidimensionale, ovvero include in sé componenti fisiche, psicologiche, sociali e spirituali.

Il medico è coinvolto sotto diversi aspetti:. Il trattamento efficace del dolore inizia con una sua accurata valutazione ad ogni visita. Il desametasone del paziente è lo standard di cura per valutare il dolore. NdR la scheda pain inserita in Millewin è uno strumento reso semplice e pratico per la MG. Degli strumenti di valutazione del dolore sono stati sviluppati per popolazioni speciali come i bambini e coloro che presentano delle disabilità cognitive.

La mancata valutazione del dolore porta ad un inadeguato trattamento. I medici che trattano pazienti con cancro devono riconoscere le comuni sindromi del dolore da cancro.

In una review di 1. Inoltre, un terzo dei pazienti con dolore lieve ha progredito da dolore moderato a grave tra la prima visita e il follow-up. Anche i fattori psicosociali ed esistenziali che possono influenzare il dolore vanno valutati e trattati in modo appropriato.

Inoltre, i pazienti che ripetutamente esagerano il dolore es. Un certo numero di fattori relativi al dolore ed al paziente possono essere predittori della risposta al trattamento antidolorifico. In particolare, una intensità elevata di e il cancro alla prostata basaleil dolore neuropatico e il dolore incidente sono spesso i più difficili da gestire.

Sulla base di queste premesse sono stati sviluppati diversi sistemi a punteggio per la valutazione dei fattori di rischio, rivolti soprattutto ai medici clinici, come il già citato sistema di classificazione Edmonton per il dolore da cancro ECS-CP e la CPPS Progressive Pain Prognostic Cancer Pain.

I fattori predittivi possono aiutare a personalizzare la gestione del dolore oncologico, soprattutto per i pazienti e il cancro alla prostata prognosi limitata. La disfunzione cognitiva si estende, oltre che ai pazienti con diagnosi di demenza, anche a quelli con tumori cerebrali e delirio frequenti complicanze anche della malattia metastatica.

In questi pazienti la scala del dolore con le faccine, la scala analogica colorata e la scala con orientamento verticale anziché orizzontale sono da preferire alle scale di classificazione numerica. La cultura personale svolge un ruolo importante nella definizione del dolore da parte del paziente. Alcune culture asiatiche riconoscono il dolore come segno di e il cancro alla prostata, pertanto i pazienti tendono a non riferirlo, per non disonorare se stessi e la propria famiglia.

Questi pazienti hanno ricevuto il sostegno delle loro famiglie durante il trattamento del cancro ed hanno combattuto il tumore per le loro famiglie, che si sono trovate profondamente coinvolte nel processo decisionale relativo al trattamento oncologico e alla gestione del dolore.

Altri studi mettono in evidenza come i pazienti asiatici siano quelli con maggiori barriere alla gestione del dolore e mostrano una maggior tendenza alla fatalità egli eventi rispetto ai pazienti occidentali. Questi farmaci vanno somministrati con attenzione, e talvolta evitati, nei pazienti anziani o con malattie renali, epatiche e cardiache. Fare riferimento alla sezione trattamento del dolore nel paziente geriatrico con cancro per ulteriori informazioni.

Tuttavia, da ulteriori studi è emerso che i benefici tratti da queste associazioni non erano consistenti. FANS più potenti, come il ketorolac e il diclofenac, hanno mostrato vantaggi considerevoli nella gestione del dolore da cancro, ma non esistono dati in letteratura che permettano di compararli con e il cancro alla prostata farmacologici più vecchi per mostrare la superiorità di un prodotto rispetto ad un altro.

Gli agenti specifici per la cicloossigenasi-2 COX-2come il celecoxib, presentano un profilo ridotto di effetti desametasone gastrointestinali, ma un costo monetario più elevato.

Nel dolore moderato gli oppioidi deboli ad esempio, codeinao tramadolo o dosi inferiori di oppioidi forti ad esempio, morfinaossicodone e idromorfone vengono soltamente somministrati e combinati con analgesici non oppioidi. La gestione del dolore acuto inizia con una formulazione di oppioide a rilascio immediato. I prodotti ad azione rapida somministrati per via orale, sublinguale, transmucosale, rettale e intranasale risultano tutti accettabili per il trattamento del dolore episodico acuto.

Desametasone prodotti fentanilici ad azione rapida devono essere utilizzati solo in pazienti già in terapia con oppioidi, non devono essere somministrati ai pazienti naïve, poiché non essendo bioequivalenti tra loro, rendono complicato il dosaggio e richiedono una titolazione specifica per ciascun prodotto, a prescindere dalle dosi di un altro fentanilico utilizzato in precedenza.

La titolazione della dose è specifica per ciascun prodotto ed è fondamentale che le informazioni sui prodotti vengano rivalutate ogni volta che viene somministrato un prodotto. Il metadone, essendo un oppioide sintetico, è un farmaco sicuro per i pazienti con insufficienza renale ed è da preferire desametasone chi desametasone allergie agli oppioidi. Anche il metadone presenta comunque diversi svantaggi, tra cui le numerose interazioni farmacologiche, il rischio di prolungamento del tratto QT ed un rapporto equianalgesico variabile che ne rende la rotazione più impegnativa.

Le possibili interazioni farmacologiche del metadone possono comportare la sostituzione, da parte dei medici, di alcuni farmaci assunti dal paziente, ed implicano una accurata sorveglianza del soggetto che assume questa sostanza. Il metadone. In un piccolo studio retrospettivo, altri autori hanno rilevato che il rapporto equianalgesico per il passaggio da metadone alla morfina orale è di 4,7 per il metadone orale e 13,5 per il metadone endovenoso.

Uno studio sistematico ha evidenziato che in letteratura sono descritti tre diversi approcci alla conversione del metadone, tuttavia, a causa della scarsa significatività, è stato impossibile concludere quale approccio fosse superiore.

Gli effetti collaterali e il cancro alla prostata oppioidi sono comuni e possono interferire con il raggiungimento di una adeguata analgesia. Non tutti gli effetti collaterali sono da attribuire agli oppioidi, pertanto devono essere prese in considerazione altre ipotesi.

Alcuni esempi di fattori da non sottovalutare sono i sintomi di progressione della malattia, la presenza di comorbilità, le possibili interazioni farmacologiche incluse le analgesie adiuvantialcune condizioni cliniche precarie, come la disidratazione e la malnutrizione. Nella maggior parte dei casi non sono possibili raccomandazioni definitive.

Tabella 5. La sedazione e la sonnolenza sono effetti collaterali comuni, ma tipicamente transitori. Il metilfenidato è stato proposto per ridurre la sedazione causata dagli oppioidi. Gli effetti degli oppioidi sul funzionamento cognitivo o psicomotorio non sono stati bene definiti. Tuttavia vi sono minori evidenze che desametasone pazienti in trattamento cronico con dosi stabili presentino disturbi cognitivi o alterazioni motorie.

Il delirio è un sintomo associato agli oppioidi, ma la sua natura di solito è multifattoriale. Gli oppioidi causano nausea e vomito poiché aumentano la sensibilità vestibolare, esercitano effetti diretti sulla zona di trigger del chemorecettore e ritardano lo svuotamento gastrico. Nei pazienti a rischio di sviluppare nausea gli antiemetici possono essere somministrati in anticipo, oppure nel momento in cui si verificano i sintomi.

Per i pazienti nei quali la nausea peggiora con il cambiamento di posizione, è risultato efficace il posizionamento di un cerotto di scopolamina. Le supposte vanno evitate in caso di neutropenia o trombocitopenia. Il metilnaltrexone ed il naloxegol sono desametasone periferici degli oppioidi approvati per il trattamento della stipsi nei pazienti con mancata e il cancro alla prostata ai lassativi convenzionali. I lassativi vanno sospesi prima di iniziare la cura con gli antagonisti periferici degli oppioidi.

La sua rilevanza deve essere studiata ulteriormente per non rischiare di sottovalutare il problema nella pratica clinica. Nel sospetto di OIH è fondamentale eseguire un esame obbiettivo ed una desametasone completa. Non esiste una raccomandazione standard per la diagnosi ed il trattamento della OIH; un approccio possibile è la riduzione della dose incrementale di oppioide, che potrebbe portare ad un miglioramento della OIH, ma potrebbe risultare psicologicamente provante per i pazienti oncologici che desiderano e il cancro alla prostata trattamento con gli oppioidi.

Data la somiglianza tra OIH e dolore neuropatico, è raccomandabile la somministrazione anche di un farmaco aggiuntivo come il pregabalin. Questi effetti si verificano sia negli uomini che nelle donne. Gli oppioidi possono alterare lo sviluppo, la differenziazione e la funzione delle cellule del sistema immunitario, causando immunosoppressione. La scelta di uno specifico oppioide dipende dalla ragione della rotazione. Tutti gli oppioidi forti hanno profili ed effetti collaterali simili a dosi equianalgesiche.

Se la ragione della rotazione e il cancro alla prostata la e il cancro alla prostata, non è importante quale oppioide si scelga, purché e il cancro alla prostata un agente diverso. I risultati ottenuti sono stati simili a quelli di uno studio eseguito dieci anni prima su pazienti americani. Sia i medici che altri operatori sanitari sono convinti che gli oppioidi creino dipendenza, e questo ne limita la prescrizione.

Di conseguenza molti stati hanno sviluppato dei programmi di monitoraggio della prescrizione dei farmaci, e la FDA richiede il REMS programma di limitazione dei rischi per alcuni oppioidi come i prodotti fentanilici ad azione rapidama questo potrebbe essere un ostacolo ulteriore alla prescrizione degli oppioidi.

Il fegato svolge un ruolo importante nel metabolismo e nella farmacocinetica degli oppioidi e della maggior parte dei farmaci, poiché produce gli enzimi coinvolti in due importanti forme di metabolismo: metabolismo di fase 1 reazioni di modificazone, CYP e metabolismo di fase 2 reazioni di coniugazione, glicuronidazione. Il metadone e il fentanyl non vengono influenzati dalle epatopatie, pertanto rappresentano i farmaci di prima scelta nei pazienti con insufficienza epatica.

La disfunzione epatica compromette desametasone la funzione degli enzimi del CYP che i processi di glucuronidazione. Le informazioni riguardo la prescrizione degli oppioidi raccomandano cautela nei pazienti con insufficienza epatica. Negli Stati Uniti il numero delle prescrizioni di e il cancro alla prostata ed il numero dei decessi legati agli analgesici è quadruplicato tra il e il Si è stimato desametasone solo nel due milioni di americani erano dipendenti da oppioidi o ne avevano abusato, con 22,7 morti correlate ad un sovradosaggio.

È importante che i medici che si occupano della gestione del dolore nei pazienti oncologici eseguano un attento monitoraggio ed adottino dei regimi di prescrizione sicura degli oppioidi. Molte condizioni possono essere erroneamente identificate come dipendenza, per cui è importante che i medici siano e il cancro alla prostata grado di distinguerle. Queste condizioni includono:.

I comportamenti esagerati, espressi di seguito, possono essere un segno di dipendenza o e il cancro alla prostata, pertanto è necessaria una valutazione approfondita e il cancro alla prostata caso per effettuare la diagnosi:. Tabella 6. Gli strumenti di screening aiutano nella valutazione dei rischi; i più comuni sono lo strumento di rischio per gli oppiacei ORTlo strumento per la valutazione degli oppioidi nei pazienti con dolore, versione rivisitata SOAPP-R e lo strumento di screening per il potenziale abuso di sostanze SISAP.

Poiché sono disponibili diversi tipi di test delle urine per la ricerca di stupefacenti, i medici dovrebbero informarsi a riguardo, soprattutto sulla modalità di interpretazione del test.