Il cancro della prostata e ad alta temperatura

Soja ¿es buena o mala para la salud? 🔝

Infiammazione della prostata e Bath

Altri siti AIRC. Cos'è il cancro. Guida ai tumori. Guida ai tumori pediatrici. Facciamo chiarezza. Cos'è la ricerca sul cancro. Prevenzione per tutti. Diagnosi precoce. Guida agli screening. Il fumo. Il sole. Salute femminile. Come affrontare Il cancro della prostata e ad alta temperatura malattia. Guida agli esami. Guida alle terapie. Storie di speranza. Dopo la cura.

Organi di governo. Comitati regionali. La nostra storia. Come sosteniamo la ricerca. Cosa finanziamo. Come diffondiamo l'informazione scientifica. Ultimo aggiornamento: 12 settembre Il termine "termoablazione" significa letteralmente "distruzione attraverso il calore" e in medicina identifica anche una delle opzioni terapeutiche disponibili contro il cancro. Non si tratta in realtà di una tecnica nuova Il cancro della prostata e ad alta temperatura oncologia, dal momento che le prime termoablazioni percutanee, ovvero eseguite "attraversando la pelle" senza far ricorso alla classica chirurgia, risalgono agli anni '90 del secolo scorso.

Semplificando molto, è importante sottolineare che la principale Il cancro della prostata e ad alta temperatura tra le due termoablazioni è rappresentata dal tipo di "onde" utilizzate per generare calore, che nel primo caso sono onde radio e nel secondo microonde, che hanno una lunghezza d'onda molto inferiore alle prime.

Come fa il calore a distruggere il cancro? Negli ultimi anni è inoltre emerso un altro punto di forza della termoablazione che consiste nella sua capacità di causare infiammazione e di stimolare quindi il sistema immunitario a reagire contro le cellule tumorali ancora presenti nell'area. Innanzitutto il calore è più concentrato nella parte più interna del tumore, ma diventa sempre meno "letale" man mano che ci si allontana dal centro e inoltre, soprattutto con la radiofrequenza, c'è il rischio che il calore si disperda attraverso il sangue o l'aria contenuta nei tessuti per esempio quello polmonare rendendo la tecnica meno efficace.

Sono oggi in fase di studio diverse strategie per superare tali problemi: associando per esempio tecniche o farmaci che bloccano il flusso sanguigno si riesce a ridurre la dispersione del calore nella termoablazione a radiofrequenza. L'intervento di termoablazione del tumore avviene mediante l'utilizzo di uno speciale "ago", un elettrodo, che viene inserito attraverso la pelle fino a raggiungere il tumore, in un viaggio guidato da ecografiatomografia computerizzata o risonanza magneticaper permettere un posizionamento estremamente preciso.

L'intervento dura pochi minuti tra 10 e 30 e pur non essendo un'operazione chirurgica classica, richiede l'uso di anestesia, a volte anche generale. Molti esperti ritengono che la termoablazione rivestirà un ruolo sempre più importante in oncologia in futuro dal momento che sono sempre di più i tumori diagnosticati in fase iniziale - e quindi ancora di piccole dimensioni - e sono sempre più numerosi i pazienti anziani, nei quali gli interventi chirurgici tradizionali spesso risultano troppo rischiosi.

Rispetto alla chirurgia tradizionale presenta il vantaggio di dare meno complicanze, riuscire a preservare meglio i tessuti che circondano il tumore, ridurre i tempi e i costi del ricovero in ospedale e trattare pazienti che non potrebbero altrimenti essere trattati. Attualmente mancano studi di confronto diretto che possano stabilire con certezza se l'efficacia della termoablazione è paragonabile a quella della più classica chirurgia nella cura del cancro.

L'idea di evitare il bisturi è chiaramente benvoluta dai pazienti. Questo ha generato l'offerta di un gran Il cancro della prostata e ad alta temperatura di trattamenti non Il cancro della prostata e ad alta temperatura validati e proposti da strutture non specializzate che promettono addirittura di eliminare il tumore una volta per sempre e di evitare anche la chemioterapia. Purtroppo, malgrado gli indubbi sviluppi tecnologici della termoablazione, la medicina è ancora ben lontana dall'ottenere risultati di questo genere.

Rendiamo il cancro sempre più curabile. Informati sul cancro Cos'è il cancro Guida ai tumori Guida ai tumori pediatrici Facciamo chiarezza Cos'è la ricerca sul cancro Glossario. Affronta la malattia Come affrontare la malattia Guida agli esami Guida alle terapie Storie di speranza Dopo la cura. Cosa facciamo Come sosteniamo la ricerca Cosa finanziamo Come diffondiamo l'informazione scientifica.

Traguardi raggiunti I bandi per i ricercatori. Esiste una tecnica di eliminazione di piccole masse tumorali con il calore, chiamata termoablazione, in uso già da diversi anni, efficace in pochi casi selezionati. Ultimo aggiornamento: 12 settembre Tempo di lettura: 6 minuti. È efficace e meno invasiva della chirurgia classica, ma non è priva di effetti collaterali e punti deboli. Autori: Agenzia Zoe.