Il selenio per il cancro alla prostata

Cancro alla prostata: nuovi trattamenti mirati

Clistere per la prostata ultrasuoni

Il trial SELECT ha visto un suo primo end-point nel ed in quella occasione sono emersi dati sorprendenti che hanno spinto a proseguire lo studio per altri 3 anni. Su JAMA sono stati ora pubblicati i dati conclusivi. I risultati di questo studio indicano quindi che la supplementazione con UI di vitamina E al giorno aumenta il rischio di cancro della prostata in maniera statisticamente significativa.

In altri termini, lo studio SELECT aveva come obiettivo quello di scomporre ed analizzare specificatamente il ruolo il selenio per il cancro alla prostata vitamina E sottoforma di integratore alimentare nel determinare un incremento del rischio di cancro della prostata. Il risultato è stato che la vitamina E assunta da sola in monoconcentrato da UI al giorno è in grado di incrementare tale rischio in modo significativo.

Bibliografia : Klein EA et al. Salta al contenuto. Articolo precedente Il ruolo della vitamina D in alcune importanti patologie come i tumori, le malattie cardiovascolari, il diabete ed i disturbi del il selenio per il cancro alla prostata immunitario: è tempo di cambiare prospettiva?

Articolo successivo Il rapporto inverso tra BMI e vitamina D circolante: è possibile individuare un nesso di causa-effetto? L'autore è il dott. Giovanni Buonsanti, biologo nutrizionista. Note legali Privacy.