Mioma di prostata negli uomini come trattarla

Dott. Mozzi: Prostata, prostatite, tumore, adenoma, problemi maschili

Rimedio sicuro per la prostatite

Come con la maggior parte dei tumori, le cause esatte alla base del cancro alla vescica non sono note, ma tra i fattori di rischio associati alla sua comparsa ricordiamo:. In figura sono evidenziati i due reni, la vescica e gli ureteri che li collegano iStock. Il tumore si forma nelle cellule, cioè nei mattoncini che costituiscono i tessuti. I tessuti, a loro volta, formano la vescica e gli altri organi del nostro corpo.

I tumori della vescica possono essere benigni non cancerosi o maligni cancro. I tumori benigni sono meno mioma di prostata negli uomini come trattarla di quelli maligni:. Le cellule del tumore della vescica possono diffondersi staccandosi dal tumore originario metastasipossono entrare in circolo e raggiungere il fegato, i polmoni e le ossa; in alternativa possono entrare nel sistema linfatico, percorrere i vasi linfatici e raggiungere i linfonodi.

Dopo la diffusione le cellule tumorali possono attaccarsi ai tessuti che hanno raggiunto e qui formare nuovi tumori. Quando viene diagnosticato un tumore alla vescica è naturale chiedersi che cosa possa aver causato la malattia. I fattori di rischio sono condizioni o comportamenti in grado di aumentare il rischio di soffrire di una determinata patologia. Le ricerche hanno evidenziato che tra i fattori di rischio per il tumore alla vescica possiamo annoverare:.

Molte persone che si ammalano di tumore alla vescica non presentano nessuno dei fattori di rischio sopra elencati; viceversa, molti pazienti che presentano uno o più fattori di rischio non si ammaleranno.

A cura del Dr. I dati sono pochi e per la maggior parte vengono da studi riguardanti il calcio. È quindi ragionevole dire che è solo possibile che il calcio protegga dal cancro alla vescica. Per altri tipi di alimenti o fattori non è possibile stabilire una correlazione chiara tra questo tipo di tumori e il loro consumo. Chi li avverte dovrebbe consultare il medico, in modo da diagnosticare e curare il disturbo il prima possibile.

Se soffrite di sintomi che possono indicare un tumore alla vescica il medico cercherà di scoprire da che cosa sono mioma di prostata negli uomini come trattarla. Probabilmente, dopo la prima visita, dovrete sottoporvi a uno o più degli esami qui elencati:. In questo caso la diagnosi e la terapia avvengono nello stesso momento.

Se nel campione di tessuto vescicale sono presenti cellule tumorali, il patologo lo esaminerà al microscopio per capire qual è il grado del tumore. I tumori di grado maggiore tendono a crescere più velocemente di quelli con gradi minori e hanno anche una maggior probabilità di creare metastasi.

I medici si basano sul grado e su altri fattori per suggerire le possibili terapie. Se il tumore si diffonde dal sito originario a una parte diversa del corpo, il nuovo tumore presenta le stesse anomalie cellulari e ha lo stesso nome del tumore originario. Ad esempio, se un tumore alla vescica si diffonde nel fegato, le cellule tumorali presenti nel fegato sono a tutti gli effetti cellule del tumore alla vescica.

La malattia è una metastasi del tumore alla vescica, e non un tumore al fegato, e come tale viene curata. Prima di iniziare la terapia, probabilmente vorrete un secondo parere sulla diagnosi, sullo stadio del tumore e sulla terapia.

La maggior parte dei medici è favorevole al secondo parere. Vi potete sentire più sicuri delle decisioni che prenderete, sapendo che avete preso mioma di prostata negli uomini come trattarla considerazione tutte le possibilità. Nella maggior parte dei casi, non è mioma di prostata negli uomini come trattarla problema se trascorrono alcune settimane in attesa del secondo parere. Se non sapete che cosa fare, chiedete al medico di valutare se la vostra situazione richiede un intervento urgente.

Per trovare mioma di prostata negli uomini come trattarla medico per il secondo parere ci sono molti modi. Tra gli medici in grado di curarvi ricordiamo:. La terapia antitumorale spesso danneggia anche le cellule e i mioma di prostata negli uomini come trattarla sani, quindi gli effetti collaterali sono frequenti e dipendono da diversi fattori, tra cui il tipo di terapia e la sua estensione.

Potrete lavorare insieme mioma di prostata negli uomini come trattarla medici per mioma di prostata negli uomini come trattarla un piano terapeutico conforme alle vostre necessità. Voi e il chirurgo potrete informarvi sui vari tipi di intervento e su quale sarà il più indicato nel vostro caso:.

Inoltre, per i primi giorni, è possibile avere male o fastidio. I farmaci vi aiutano a tenere sotto controllo il dolore. Dovrete tenerlo per un periodo variabile tra i cinque giorni e le tre settimane. La chemioterapia è una terapia a base farmaci potenti che sono in grado di uccidere le cellule tumorali. Il ricovero in ospedale è necessario solo in rari casi. La chemioterapia di solito viene somministrata in diversi cicli.

Ogni ciclo è composto da un periodo di terapia, seguito da un periodo di riposo. Gli effetti collaterali dipendono principalmente dal modo in cui sono somministrati i farmaci. Se vengono somministrati direttamente in vescica, gli effetti collaterali di solito sono lievi. Per alcuni giorni dopo la terapia probabilmente sentirete la necessità di urinare con maggior frequenza del solito. Ci potrà essere del sangue nelle urine, oppure la minzione risulterà dolorosa.

Alcuni pazienti, invece, soffrono di mioma di prostata negli uomini come trattarla cutanea. Questi problemi di solito scompaiono con la fine della terapia. Se i farmaci vengono somministrati tramite flebo o per via orale, gli effetti collaterali dipendono soprattutto dal tipo e dalla quantità di farmaco somministrato. Alcuni farmaci usati per combattere il tumore alla vescica potrebbero causare prurito o intorpidimento alle mani e ai piedi. I medici che vi seguono sono in grado di tenere sotto controllo molti di questi effetti collaterali.

Vi sarà richiesto di trattenere il farmaco in vescica per circa due ore. La soluzione BCG di solito viene somministrata una volta a settimana per sei settimane. Questa terapia aiuta a combattere i tumori recidivanti. Durante la terapia vi potrete sentire più stanchi del solito, inoltre la soluzione BCG potrà irritare la vescica. Potrete avvertire il bisogno urgente di urinare, oppure di urinare con maggior frequenza del solito, oppure ancora dolore, soprattutto durante la minzione.

Tra gli altri effetti collaterali potrete avere: sangue nelle urine, nausea, febbre o brividi. Informate i medici che vi seguono di tutti gli eventuali problemi che possono insorgere durante la terapia.

La radioterapia usa onde molto potenti in grado di uccidere le cellule tumorali. Le radiazioni provengono da un dispositivo molto grande che indirizza fasci di radiazioni nella zona della vescica. Per la radioterapia dovrete recarvi in ospedale o in clinica cinque mioma di prostata negli uomini come trattarla a settimana per diverse settimane. I medici che vi seguono possono suggerirvi come curare o tenere sotto controllo questi effetti collaterali.

Per qualsiasi dubbio o preoccupazione, di natura fisica, emotiva o sessuale, rivolgetevi ai medici che vi seguono. Se necessario, potranno indicarvi gli opportuni materiali di consultazione o i gruppi di aiuto presenti nella vostra zona. È anche necessario mioma di prostata negli uomini come trattarla proteine a sufficienza per salvaguardare la propria forza. Mangiare bene vi aiuterà a sentirvi meglio e ad avere più energia.

In alcuni casi, soprattutto durante la terapia o nelle fasi immediatamente successive, non avrete appetito, perché ad esempio non ve la sentirete o sarete stanchi, oppure vi sembrerà che il gusto degli alimenti non sia più lo stesso. Anche gli effetti collaterali della terapia inappetenza, nausea, vomito, ulcere in bocca possono non invogliare per nulla a mangiare. In mioma di prostata negli uomini come trattarla, potete consultare il seguente articolo su alimentazione e tumore.

Dopo la terapia contro il tumore mioma di prostata negli uomini come trattarla vescica dovrete sottoporvi a controlli regolari ad esempio a intervalli di mesi. Con i controlli è possibile diagnosticare e curare gli eventuali problemi di salute che potrebbero presentarsi. Uno degli scopi dei controlli è proprio quello di escludere le recidive. Tra i controlli che dovrete eseguire ricordiamo, ad esempio:.

Incontinenza urinaria è il termine medico che indica la mancanza del controllo della vescica, con conseguenti perdite accidentali di urina. Ho fatto anche una tac toracica senza contrasto senza risultati. Da un paio di giorni ho dei tremolii alle braccia, la mattina mi sveglio con mal di spalle e nel bacino ma se mi metto in movimento il dolore si allevia.

Le ossa fanno molti scricchiolii. Cosa mi consigliate di fare? Il problema sono i dolori al riposo. OK, ma i reumatologi consultati come spiegano questi dolori? Qual è la diagnosi formulata alla luce degli esami negativi? Sto entrando in un circolo vizioso. Ovviamente non è detto che sia il suo caso, ma attenzione che talvolta si tratta di somatizzazioni ansiose.

Grazie a tutti per le vostre risposte. Ma credetemi avere dei dolori e non sapere ancora da cosa siano provocati,ti fanno pensare a tutto. Grazie di nuovo. Dottore buongiorno, mio papà 84 anni ha avuto un intervento a luglio per un piccolo carcinoma di basso grado alla vescica, il giorno 8 novembre durante cistoscopia di controllo è stata asportata mioma di prostata negli uomini come trattarla piccola recidiva, ha tenuto un paio di giorni il catetere poi tolto in quanto urina bella e chiara.

Le chiedo gentilmente un parere. Purtroppo non posso che invitarla a segnalarlo al medico che la segue, le cause plausibili sono numerose e non necessariamente preoccupanti, ma nel caso del suo papà non dobbiamo sottovalutare nulla. A che età colpisce maggiormente il tumore? A mio avviso è poco probabile. No, grazie Si, attiva. Ultima modifica Roberto Gindro laureato in Farmacia, PhD.

Incontinenza nei bambini: enuresi notturna e diurna Incontinenza urinaria è il termine medico che indica la mancanza del controllo della vescica, con conseguenti perdite accidentali di urina. Domande e risposte. Altre domande. Vuoi abilitare le notifiche?